Stef, ritorno al pre-CovidPrimo semestre di risultati eccellenti per il Gruppo logistico francese del food


Stef, gigante del trasporto alimentare e leader di settore in Europa pubblica i risultati operativi e finanziari del primo semestre, registrando livelli di crescita a tre cifre. Il risultato netto passa da 14,9 milioni di euro a 45,3, con una crescita del 205%

 

(descrizione)

(descrizione)Stanislas Lemor, Presidente e CEO di STEF, ha dichiarato: “In un contesto generale ancora impattato dalla crisi sanitaria, i risultati di STEF sono in netto miglioramento rispetto al 2020 e indicano un ritorno alle performances del 2019 (pre-Covid) in termini di fatturato e risultato operativo. Quest’incoraggiante ripresa conferma la solidità del nostro modello di pure player al servizio dei nostri clienti del settore alimentare. Questo semestre ha anche visto la concretizzazione dell’impegno ambientale del Gruppo, con la presentazione del nostro progetto Moving Green, che si concentra sulla mobilità sostenibile e su una refrigerazione più rispettosa dell’ambiente”.

 

STEF profeta in patria e bene in Europa

Secondo quanto riportato dal report aziendale, il segmento del fresco ha beneficiato della ripresa dei consumi e di una buona dinamica nel settore dei trasporti, e il comparto dei surgelati continua a far registrare un tasso di riempimento elevato dei magazzini nonostante un aumento del costo dell’elettricità. L’e-commerce continua a tenere in tensione la distribuzione urbana ed extraurbana, (descrizione) pur in considerazione degli stop al settore della ristorazione “fuori casa”, che ha penalizzzato un segmento importante oltralpe almeno quanto in Italia, ovvero l’ittico.

In Belgio e in Italia l’integrazione del Gruppo Nagel di inizio anno (di cui abbiamo dato notizia sul sito) ha incrementato la penetrazione, favorendo anche la creazione di un’area commerciale omogenea e contigua. Anche in Svizzera e in Portogallo i programmi di sviluppo di fine 2020 si stanno concretizzando in un ulteriore spinta alla crescita del Gruppo.

 

(descrizione)La Méridionale, marchio Stef che opera nel trasporto marittimo di persone e cose risente ancora delle restrizioni in essere, ma la delega concessa per il servizio pubblico con la Corsica ha avuto un effetto tonico sui conti del marchio. Nonostante l’interesse del mercato per la nuova linea marittima Marsiglia-Tangeri (Marocco), l’attività di questa tratta rimane irregolare a causa della pandemia.

Questi positivi risultati conferiscono spessore alla certezza con la quale Stef mantiene la barra dritta, confidando nelle opportunità che l’inedito contesto può generare: Stef crede fortemente nel proprio business model altamente resiliente e nel valore dell’innovazione.

 

Il Moving Green corona dieci anni di attenzione all’ambiente

Consapevole dell’importanza di accelerare il proprio processo di transizione energetica, avviato oltre dieci anni fa, Stef ha rafforzato la propria road map ambientale con la presentazione del piano “Moving Green”, che verte su due obiettivi principali, ridurre del 30 per cento le emissioni di gas serra del suo parco veicoli entro il 2030 e utilizzare entro il 2025 unicamente energie a basse emissioni di carbonio per i suoi edifici.

Partner